FANDOM


Icona - TVD 1

La bussola Gilbert è stata inventata e utilizzata da Johnathan Gilbert nel 1864, ma è anche un orologio da tasca. Fu tramandata di generazione in generazione nella linea di discendenza dei Glibert (cioè prima venne data a Grayson Gilbert, il più giovane figlio di Gilbert, nella nuova generazione dei Gilbert, in seguito venne ereditata da Jeremy Gilbert, dopo la morte di Grayson). Johnathan dimostrò di sperlo usarlo nel 1864, grazie ad esso scoperì che Pearl, che ha avuto sentimenti per lui, era una vampira. Johnathan Gilbert scrisse anche informazioni sulla bussola nei suoi diari.

Storia

Nel 1864 Johnathan Gilbert inventò la bussola, ma segretamente Emily Bennett, la stregò rendendola un localizzatore di vampiri. Venne mostrata ai membri Consiglio dei Fondatori, in che pensarono che fosse frutto di una stregoneria. Johnathan mostro il suo funzionamento ai suoi membri. Questo oggetto lo sfruttarono per catturare ogni vampiro presente in città, tra cui, Frederick, Pearl. Riuscendo a catturare e a rinchiudere nella Tomba dei Vampiri sotto la chiesa.

Carol Lockwood volle l'orologio da tasca per la festa del fondatore, ma non per la visualizzazione. Voleva aiutare il Consiglio dei Fondatori a individuare vampiri in città. Originariamente Elena stava per dare da lei, ma dal momento in cu Jeremy le disse che voleva o sapeva che doveva essere il suo, allora Elena fece finta di non trovarlo. La signora Lockwood sfruttò Logan Fell per avvicinarsi a Jenna in modo da rubare più tardi l'orologio da tasca. Richard Lockwood ha avuto l'altro pezzo che ha completato l'orologio e lo ha trasformato in una bussola da localizzazione di vampiri. Logan Fell la uso e trovato Stefan Salvatore, sparandogli con proiettili di legno, ma Logan in seguito fu ucciso da Damon Salvatore. Damon prese l'orologio e poi riuscì ad ottenerlo grazie a Caroline usò per rintracciare il nuovo vampiro che era in città perché altrimenti Damon potrebbe interferire con il segnale. Damon lo riprese e cancellò dalla mente di Caroline, in modo che non ricordasse come usarlo.

Vedi altro

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.