FANDOM


Icona - TVD 3Icona - TO 1Icona - TO 2



Esther è una strega, moglie di Mikael e membro della famiglia M

ikaelson. Fece diventare i suoi figli vampiri originali sul volere di suo marito, addormentò la parte di lupo mannaro di Niklaus Mikaelson, impedendogli di diventare un ibrido venendo poi uccisa da quest'ultimo.

Mille anni dopo la sua bare dove era stata rinchiusa per secoli venne aperta da Bonnie Bennett, decisa a rimediare all'errore che aveva fatto, cercando di uccidere i suoi figli, molti dei suoi tentativi fallirono venendo sconfitta e uccisa.

Esther Mikaelson (Elder Futhark: ᛖᛋᚦᛖᚱ ᛗᛁᚲᚨᛖᛚᛋᛟᚾ) era una delle streghe più potenti della storia [1] ed era responsabile della creazione dei Vampiri originali. È apparsa nella terza stagione di The Vampire Diaries come personaggio ricorrente e antagonista principale. Era anche un personaggio ricorrente e antagonista primario nella seconda stagione di The Originals.

Ester era la moglie di Mikael e l'ex amante di Ansel. Era la madre di Freya, Finn, Elia, Niklaus, Kol, Rebekah e Henrik. Era anche la sorella minore di Dahlia, la nonna di Hope Mikaelson e un nipote senza nome.

Durante la terza stagione di The Vampire Diaries, Esther è stata ripresa grazie agli sforzi di Bonnie e Abby Bennett. Ha pianificato di uccidere i suoi figli, collegandoli insieme e spogliandoli del loro vampirismo prima di uccidere Finn, che l'ha aiutata volentieri. Per fermare il piano di Esther, Damon Salvatore fu costretto a uccidere Abby e trasformarla in un vampiro, scollegando Esther dalla linea delle streghe di Bennett. Esther in seguito aiuta Alaric Saltzman a sviluppare un alter-ego oscuro, omicida, che odia i vampiri. Quindi lo trasforma in un vampiro originale potenziato allo scopo di cacciare e uccidere il resto dei suoi figli con l'indistruttibile palo di quercia bianca che ha realizzato con il suo anello Gilbert. Alaric la uccide poco dopo quando la sua personalità originale ha ripreso brevemente il controllo dopo essersi svegliata durante la transizione, pugnalandola per salvare Jeremy e Matt dai suoi attacchi magici.


È stato rivelato in The Originals, che Klaus si è aggrappato alla bara di Esther. A New Orleans, quando Klaus ed Elia aiutarono Sophie Deveraux a diventare Elder, le offrirono il corpo di Esther. Consacrarono i resti di Esther, che in seguito le permisero di rianimarsi in Da una culla a una tomba e di possedere l'ultima Harvest Girl, Cassie, con il completo Harvest Ritual. Rianimò anche Finn e Kol, mettendoli nel corpo di due streghe - Vincent e Kaleb, rispettivamente.

Nella seconda stagione di The Originals, Esther cerca di convincere i suoi figli a rinunciare alle loro vite immortali e diventare di nuovo mortali. Finn la aiuta volentieri e Kol segue la sua agenda, unendosi alla squadra di Klaus. Il corpo di Ester salta da Cassie a Lenore. In The Map of Moments, la stregoneria di Esther viene spogliata dopo che Rebecca ha messo il sangue nel suo vino. Klaus alla fine ritorna da lei, informandola che non è più una strega e ora è un vampiro. Ester forma un'alleanza con Mikael e Finn, nel tentativo di uccidere Klaus e i suoi alleati.

Esther fu, per un breve periodo, un vampiro, mentre possedeva il corpo della strega Lenore, e fu costretto a passare senza che il corpo saltasse in un nuovo ospite di streghe. Divenne brevemente ciò che odiava di più, un vampiro. Dopo essersi riunita con la figlia maggiore, Freya, Esther aiuta lei e Klaus a salvare la sorella Rebecca dal suo ospite, la strega Eva Sinclair. Dopo aver fatto ciò, Esther avverte Klaus che Freya volgerà i suoi fratelli contro di lui, e gli dice che tutti i suoi atti precedenti avevano lo scopo di annullare il suo male, nella speranza che la amasse di nuovo. Klaus la prende in giro e la lascia nel buio. Più tardi, Esther viene giustamente giustiziato per mano di sua figlia Freya, come punizione per averla affidata a Dahlia oltre mille anni fa.

In Ashes to Ashes, a seguito della sua ultima risurrezione nel suo corpo di strega originale - per mano dell'insospettabile Davina Claire, che pensava che stesse riportando in vita il suo ragazzo, Kol Mikaelson - Esther fu costretta a partecipare al piano dei suoi figli per uccidere sua sorella, Dahlia . Dopo aver supplicato Dahlia di porre fine alle sue malefatte, Esther si lascia uccidere insieme a lei da Klaus. Lei e Dahlia hanno mostrato di aver trovato la pace, con Esther che chiedeva perdono a sua sorella maggiore, ammettendo infine di amarla. Dahlia poi perdona la sorella minore, e finalmente riescono a rimediare.

Ester era la matriarca della famiglia Mikaelson ed era membro di una famiglia norvegese senza nome di potenti streghe.

I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.